Produzione di coppie coniche spiroidali con una dentatrice CNC e NUMgear

L’azienda italiana Didimo Zanetti di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, produce organi di trasmissione per macchine movimento terra, trattori e autocarri. L’azienda fondata da Didimo Zanetti nel 1952 è ora diretta dal figlio Andrea Zanetti, che ricopre la funzione di amministratore delegato. La produzione è costituita per il 95% da pezzi di primo equipaggiamento per differenziali e cambi, e per il restante 5% dalla produzione di parti di ricambio.

L’azienda decise di trasformare una dentatrice a creatore ipoide di tipo Gleason 641 (utilizzata per la produzione di coppie coniche spiroidali, pignone e corona), in una macchina CNC, con l’obiettivo di evitare dispendiose verifiche e ispezioni alla macchina per l’eliminazione di disturbi meccanici, causati da usura e derivanti da un uso intenso della macchina in tempi di produzione intensi.

Tali verifiche devono essere eseguite da personale specializzato e qualificato che oggi è sempre più difficile da reperire.Persino un problema meccanico saltuario potrebbe portare a difficoltà considerevoli per l’adempimento di un lotto di produzione e rendere quindi più gravosa la pianificazione della produzione interna dell’azienda. Per la realizzazione del progetto di trasformazione della macchina è stata scelta l’azienda Lanzi snc di Ozzano dell’Emilia, in provincia di Bologna.

La società fondata nel 1964 da Francesco Lanzi viene ora diretta dal figlio Luigi Lanzi e si occupa del ricondizionamento di macchine utensili. L’attività dell’azienda è rivolta per il novanta percento al mercato italiano. NUM ha contribuito in questo progetto con la sua soluzione completa ­NUMGear, basata sul sistema CNC Axium Power. Per la realizzazione dei cicli di lavoro, ha collaborato a stretto contatto con Didimo Zanetti, responsabile della qualità delle coppie coniche con denti a spirale, per unire le sue esperienze e conoscenze maturate in tanti anni di attività nel settore specifico della produzione di coppie coniche spiroidali.

Un ulteriore e importante contributo di NUM in questo progetto è risultato dal supporto offerto per l’identificazione dei parametri ottimali per il comando di questi azionamenti speciali. Un importante ruolo è risultato anche dalla collaborazione con Luigi Lanzi che ha impeccabilmente revisionato l’aspetto elettromeccanico della macchina ottenendo un equilibrio ottimale tra elettronica e meccanica.

La qualità degli azionamenti CNC NUM, l’interpolazione del percorso tramite il CNC NUM Axium Power, la semplicità di programmazione grazie ad esempio a macroistruzioni grafiche, hanno inoltre portato a una maggiore flessibilità della macchina nelle fasi di messa a punto. Grazie all’introduzione della tecnica Helical Motion è stato possibile migliorare la fase di taglio del dente della ruota conica. Questa interpolazione simultanea degli assi del fermo del pezzo e della slitta non era possibile nella macchina precedente. È stata avviata la produzione della macchina all’inizio di dicembre 2007 e in un mese, nonostante le festività, ha prodotto ben 3'000 ruote coniche.

Non sono mai sorti problemi tali da richiedere l’arresto della produzione. L’intervento di modernizzazione ha portato a una riduzione dei tempi di produzione del 15% circa e a un miglioramento della qualità dei pezzi prodotti. Il successo legato al conseguimento degli obiettivi di progetto iniziali e al successivo miglioramento dei parametri di produzione, ha spinto l’amministrazione di Didimo Zanetti ad affidare un ulteriore progetto di modernizzazione di altre unità di produzione allo stabilimento di Casalecchio di Reno.