Flessibilità per orologi e impianti chirurgici di alta qualità

La Bumotec realizza macchine transfer di alto livello destinate ad applicazioni complesse, spesso concepite per volumi ridotti di pezzi. Grazie a NUMtransfer, l’azienda svizzera è in grado di offrire ai suoi clienti un elevato grado di flessibilità e tempi di preparazione macchina ridotti, indispensabili per cicli di produzione redditizi.

Il breve tratto che dall’autostrada conduce alla Bumotec sembra una cartolina. Attraverso un paesaggio collinare che offre meravigliosi scorci sulle montagne e su campi di un colore verde intenso, costellati da placide mandrie di mucche a chiazze nero-bianche, la strada raggiunge il paesino di Sâles.

Ai margini del paese, gli edifici bassi della Bumotec ben si sposano con l’ambiente. Gli edifici più vecchi sono affiancati da costruzioni più recenti, a testimonianza del successo decennale dell’azienda. Fondata alla fine degli anni ’60, oggi la Bumotec ha più di 120 dipendenti ed è attiva a livello mondiale. Sviluppa e produce un’ampia gamma di macchine utensili, come le piccole fresatrici a 4 assi, le fresatrici plurimandrino, i centri di lavorazione, le macchine transfer e una serie di macchine speciali.

Il modello di punta si chiama S-1000 C, ed è una macchina transfer a tavola circolare orizzontale che può essere allestita fino a 9 stazioni e 38 assi, comandata da una soluzione globale offerta da NUMtransfer. Questo prodotto high-tech è apprezzato soprattutto in quei settori richiedenti la massima precisione e flessibilità. Oltre all’industria degli orologi, che da molti anni si avvale della qualità offerta dalla Bumotec, sono soprattutto i settori medico e l’industria da spina utilizzando il modello S-1000 C. Sia che si tratti di componenti per orologi o impianti chirurgici, le rigide tolleranze e i severi requisiti posti dai clienti in relazione ai materiali utilizzati, come il titanio, sono simili in numerosi settori. I clienti sono sparsi in Europa, Cina, Tailandia e negli USA.

Alla luce delle ridotte dimensioni dei lotti, che variano dai 10.000 ai 20.000 pezzi, la macchina viene di solito riattrezzata ogni 2 - 3 giorni. La flessibilità ha pertanto un’importanza fondamentale per l’intero sistema e NUMtransfer ricopre un ruolo chiave. Il riattrezzaggio viene preparato con NUMtransfer e può essere realizzato in brevissimo tempo. La rapida taratura dei set di utensili e la semplice impostazione degli offset sono solo due dei numerosi aspetti che contribuiscono al raggiungimento di questo obiettivo. La Bumotec investe da anni sulla collaborazione con NUM: “Apprezziamo la filosofia di NUM, che come la nostra è focalizzata sulla continuità e la flessibilità.” spiega Guy Buchmann, responsabile dei settori “Sviluppo” e “Assistenza clienti”. Grazie alla flessibilità di NUM, la Bumotec è stata in grado di sviluppare in modo molto più rapido del previsto il processo evolutivo e l’integrazione della propria interfaccia utente. La continuità del controllo NUM semplifica inoltre vari aspetti: dalla produzione, all’installazione, fino ad arrivare alla formazione e all’assistenza.

“Oggi la maggior parte dei clienti non vuole macchine, ma sistemi pronti chiavi in mano.” spiega Guy Ballif, figlio del fondatore dell’azienda e futuro direttore. “Il nostro obiettivo è quindi quello di lavorare ancora più a stretto contatto con i clienti, al fine di meglio comprendere e implementare le loro esigenze e poter offrire i prodotti e i servizi richiesti.” Già oggi alcuni clienti effettuano brevi soggiorni a Sâles al fine di seguire lo sviluppo delle loro macchine. Un importante elemento integrativo offerto dalla Bumotec è dato dalla filosofia del servizio d’assistenza che, in seguito all’installazione, garantisce per anni l’elevata disponibilità della macchina. L’assistenza clienti di NUM, in grado di assicurare interventi sul posto anche dopo anni, si rivela essere nuovamente il partner ideale.